ECCO AMORE CH’ALTERO RISPLENDE

Venerdì 6 ottobre ore 20.30

Musiche di Alessandro Stradella

Soprano: Francesca Cassinari

Soprano: Anna Simboli

Soprano: Sonia Tedla

Alto: Andrea Arrivabene

Tenore: Valerio Contaldo

Basso: Mauro Borgioni

Direttore: Rinaldo Alessandrini

CONCERTO ITALIANO

Un grande del barocco è sicuramente Alessandro Stradella (1639-1682), geniale autore di opere, cantate, musica strumentale e liturgica di scuola romana, la cui leggendaria biografia ha forse offuscato il valore musicale: condusse infatti una vita piuttosto licenziosa che lo costrinse a fuggire spesso da mariti gelosi, fino all'episodio più grave, quello di aver concupito a Venezia la giovane moglie di un nobile della famiglia Contarini, che alle sue cure musicali l'aveva affidata. Il marito, scoperta la tresca, assunse alcuni sicari per uccidere i due amanti. La leggenda vuole che i primi sicari non ottemperarono al loro dovere, ammaliati dalla potenza della sua musica. Portarono a termine il compito alcuni mesi più tardi altri due killer, aiutati dal padre di lei. “Ecco amore ch'altero risplende” è il titolo della ricca antologia di Sinfonie e Madrigali di Stradella offerto da Rinaldo Alessandrini sul podio del gruppo vocale-strumentale Concerto Italiano. Un grande e doveroso omaggio al compositore barocco “noir”, alla cui vicenda è ispirata la nuova opera di Salvatore Sciarrino “Ti vedo, ti sento, mi perdo” che debutterà in prima mondiale al Teatro alla Scala il 14 novembre 2017.

Acquista Biglietti