GLI EQUIVOCI NEL SEMBIANTE di Alessandro Scarlatti

Mercoledì 21 dicembre 2016 ore 20.30
Venerdì 23 dicembre 2016 ore 20.30
Martedì 27 dicembre 2016 ore 20.30

Commedia in musica in tre atti
Monica Piccinini (Lisetta), soprano; Alena Dantcheva (Clori), mezzosoprano;
Valerio Contaldo (Armindo), tenore; Raffaele Giordani (Eurillo), tenore
Regia e costumi: Jacopo Spirei

Scene: Cristiana Aureggi

Luci: Giuseppe Di Iorio
Direttore, clavicembalo: Rinaldo Alessandrini
CONCERTO ITALIANO

Nuova produzione del Teatro Rossini per Purtimiro

Roma, 1679. L'opera – chissà perché? – è proibita nei luoghi pubblici. Un compositore diciottenne, Alessandro Scarlatti, magro e affilato, proveniente da Palermo, da alcuni mesi perfeziona l'arte del contrappunto alla grande scuola di Giacomo Carissimi: ha già scritto Arminio, un pasticcio operistico che ha debuttato a Londra con un certo successo. Intercetta un simpatico libretto basato sui bisticci amorosi fra due coppie, scritto da un prelato, tal Domenico Filippo Contini. Non si lascia sfuggire l'occasione, è bravo e sveglio, ed ecco debuttare nel teatro privato della famiglia Contini l'opera in tre atti Gli equivoci del sembiante, un autentico gioiello musicale. È solo il secondo di altri circa sessanta titoli di una delle più fertili carriere della storia dell'opera. Il lavoro piace a tutti, anche alla Regina di Svezia che lo intercetta e lo raccomanda a mezza Europa. Il successo di Scarlatti deflagra. “Due coppie di amanti giovani senza guida, sperduti nel bosco dei sentimenti, iniziano a sperimentare l’amore, quasi fosse una commedia di Marivaux”, spiega Jacopo Spirei, il regista di questa nuova produzione per Purtimiro in cui cantano Monica Piccinini, Alena Dantcheva, Valerio Contaldo, Raffaele Giordani. In buca il Concerto Italiano, direttore al cembalo Rinaldo Alessandrini.

Acquista Biglietti