Utilizziamo cookie tecnici e analitici e, previa manifestazione del consenso, cookie di profilazione di terze parti, per consentire la fruizione ottimale del sito.
Per prestare il consenso, premere [OK]. Per maggiori informazioni o negare il consenso, [LEGGERE QUI].

ok

VESUVIO!


Domenica 7 ottobre ore 18

S. Onofrio

VESUVIO!

Musiche di Michele Mascitti, Giovanni Battista Pergolesi, Alessandro Scarlatti, Francesco Durante, Emanuele Barbella

Violino e direzione: Boris Begelman

Violoncello: Ludovico Takeshi Minasi

Cembalo: Federica Bianchi

ARSENALE SONORO

Opere strumentali composte all'ombra del Vesuvio:  ce n'è per tutti i gusti a cominciare dalla Sonata per violino e basso continuo in mi minore di Michele Mascitti, abruzzese di nascita, napoletano di adozione musicale, finalmente approdato a Parigi nel 1704 e lì rimasto fino alla morte, sotto la protezione del Duca d’Orléans. E c'è la Sinfonia per violoncello e basso continuo maggiore di Giovanni Battista Pergolesi nei suoi quattro movimenti Comodo, Allegro, Adagio, Presto. Rara testimonianza strumentale dell'arte sublime di Pergolesi, amata ed eseguita dai grandi interpreti, anche su di essa è gravato per anni il dubbio della falsa attribuzione. È ormai acclarato però che fu scritta a Napoli per il Duca di Maddaloni, amatore di violoncello, allorché il giovane Pergolesi fu assunto al servizio della Casa Maddaloni nel 1734, due anni prima di morire. Di Pergolesi fu maestro a Napoli Francesco Durante, autore della Sonata per clavicembalo in si bemolle maggiore, che occupò i posti più prestigiosi di insegnamento nella città. Napoletano verace fu Emanuele Barbella, figlio di Francesco, allievo fra gli altri di Padre Martini e autore della bella Sonata per violino e violoncello in la maggiore. E sopra, o sotto, al Vesuvio potrebbe aver scritto la stupenda e lunghissima (oltre undici minuti) Sonata in re minore KK. 90 l'immenso Domenico Scarlatti. Una delle nove sonate fra le sue 555 complessive, che venne composta originariamente per violino e basso continuo.   


Acquista Biglietti

Carnet Biglietti Teatro Rossini

27/28/30 settembre – 7 ottobre – 11/14 ottobre

Carnet 4 Carnet 6 Carnet 8 Carnet 10 Carnet 12
Platea e Palco 27 25 24 22 20
Galleria 23 22 20 19 18
Loggione 15 14 13 13 12

 

29 settembre – 4/5/6/12/13 ottobre

Carnet 4 Carnet 6 Carnet 8 Carnet 10 Carnet 12
Platea e Palco 23 22 20 19 17
Galleria 20 18 17 16 15
Loggione 13 12 11 11 10

 

Carnet Biglietti S.Onofrio

29/30 settembre – 6/7 ottobre – 13/14 ottobre

Carnet
Posto Unico 45

Volendo assistere a più spettacoli in programma al Teatro Rossini, si può acquistare un Carnet di biglietti a tariffa scontata.

I Carnet includono 4-6-8-10-12 spettacoli diversi fra loro, a propria scelta, anche in settori diversi fra data e data, con sconti progressivi secondo il numero di biglietti acquistati.


Per esempio, Carnet 4: platea 27 settembre, 27 € + platea 29 settembre, 23 € + galleria 7 ottobre, 23 € + galleria 12 ottobre, 20 € per un totale scontato di 93,00 € (anziché 109 € a prezzo intero).


I Carnet sono in vendita esclusivamente presso la biglietteria del Teatro Rossini, a partire dal 27 agosto.

Possono essere prenotati telefonicamente o per e-mail.